Anche l’enigmistica adesso ha il suo festival

Domani, a Bagnolo in Piano, poco fuori Reggio Emilia, parte la prima edizione del Festival dell’enigmistica. A memoria, dovrebbe essere il primo nel suo genere in Italia.

Dopotutto, la passione per sudoku, rebus e parole crociate degli italiani è fuori discussione e nessuno è immune dal cimentarsi con il provare a risolverli. La controprova in questo servizio pubblicato dal Venerdì di Repubblica la scorsa estate. I nomi di appassionati solutori di quiz sono quelli di Paolo Conte, Giorgio Gaber, Vittorio Gassman e altri “insospettabili”

Enigmistica per studenti delle scuole medie in Dad

Segnalo la notizia non solo per curiosità, ma perché la genesi di questo Festival è da ricercare in una scuola media di Bagnolo che durante la pandemia e il lockdown che costringeva gli studenti alla didattica a distanza, ha pensato che l’enigmistica potesse essere un buon volano per tenere alta l’attenzione.

«Il Festival, alla sua prima edizione, nasce dall’impegno, dalla dedizione e dall’esperienza di persone incurabilmente stregate dalla passione per gli enigmi, i rompicapi e dal mondo che li circonda», è spiegato sul sito della manifestazione dove ancora si legge:

Il Festival dell’Enigmistica di Bagnolo in Piano è concepito come manifestazione di eventi che ruotano intorno a questa materia, partendo da concorsi tematici, passando per conferenze e presentazioni di libri, per giungere ad occasioni di divertimento ed aggregazione; una agenda di incontri tutti riuniti, soprattutto, dalla volontà di divulgarne e promuoverne la diffusione in ogni ambito, reclutando soggetti anche a prima vista remoti per età, ambiente e formazione.

Formazione e generazioni sono state infatti le parole chiave che hanno segnato l’inizio di questo percorso, in cui la Scuola diviene il suo naturale baricentro, con il coinvolgimento attivo dell’Istituto Comprensivo bagnolese “E.Comparoni”; infatti, oltre ad aver introdotto l’enigmistica nel PTOF 2021, la sua partecipazione prosegue, attraverso una propria rappresentativa di studenti, in una serie di sfide enigmistiche con altri istituti scolastici della provincia reggiana calendarizzate proprio all’apertura del Festival 2021.

L’attività “contest” procede nei concorsi individuali a partecipazione libera: gare di rebus, di sudoku e altre discipline enigmistiche con premi di specialità e classifiche generali si susseguono nel weekend, tutte allestite con materiale rigorosamente inedito.

Ma non solo: il Festival dell’Enigmistica di Bagnolo in Piano è soprattutto gioco, svago, distrazione consapevole; laboratori, conferenze, attività ludico-ricreative o semplici momenti di distensione e aggregazione completano il panorama di proposte a disposizione anche per l’ospite meno competitivo, senza dimenticare lo “Spazio Bimbi” in cui educatrici professionali avvieranno i risolutori di domani ai primi rudimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.